Menu Chiudi

Ep. 74 – Un innocente venerdì

Una settimana strana per l’Inter di Conte: vince contro la SPAL in piena emergenza e si ritrova prima in classifica, pareggia contro la Roma sprecando molte ghiotte occasioni per strappare i tre punti. E adesso c’è da aspettare il risultato della Juventus per capire di chi sarà la testa della classifica dopo questo turno di campionato.

La gara contro la squadra di Fonseca andrà valutata fra qualche tempo: l’Inter aveva i giocatori contati e nonostante le defezioni è riuscita comunque a produrre azioni convincenti, arrivando a un gioco di centimetri dal bottino pieno. Ha sofferto la Roma, forse la squadra che si è presentata a San Siro e ha saputo fermare i meccanismi di Conte nel modo migliore: Fonseca e con il doppio mediano ha bloccato molte linee di passaggi per la Lu-La, che ha dovuto fare i conti con una serata di magra – anche sottoporta.

E’ stato interessante vedere come Conte abbia provato a smuovere un po’ le carte a centrocampo, dove Borja Valero è stato utilizzato mezzala (in staffetta con Asamoah, non molto convincente al suo ritorno in mezzo) e Vecino ha mostrato le sue due velocità di gioco. L’uruguagio ha bisogno di essere liberato in progressione, per diventare efficace. Ha avuto un’occasione su inserimento ma Mirante ha fatto gli straordinari.

Oltra alla partita contro la Roma, nell’episodio 74 de L’Orologio c’è stato modo di parlare anche della questione relativa a Lukaku e Smalling, ovvero il titolo di giornale che li ha visti coinvolti. In Italia continuiamo a nascondere un segreto che ormai è conosciuto in tutto il mondo: non sappiamo affrontare in alcun modo argomenti inerenti alla sensibilizzazione sul razzismo. E purtroppo in questi giorni ne abbiamo avuto l’ennesima prova.

Chiosa legata al Barcellona, alla gara da mille e una notte che aspetta il popolo nerazzurro martedì sera: se vinci, sei qualificato. Devi solo battere il più forte giocatore del mondo. Messi arriva a San Siro con l’intenzione di violare una delle poche porte in Europa cui non è ancora riuscito a segnare: il Barça ha ritrovato compattezza, Valverde probabilmente ha imparato dagli errori dell’andata ed eviterà di consegnare il centrocampo all’Inter. Conte di fatto ha già la formazione con cui scenderà in campo: rimane in dubbio Candreva, uscito acciaccato, e l’interprete scelto sull’out di sinistra. Per il resto, l’Inter che tenterà l’impresa è stata decisa dalle infinite defezioni di queste ultime settimane. Ma non c’è tempo da piangersi addosso, c’è da fare la storia.

Per prepararsi al meglio, al link qui sotto si può ascoltare il nuovo episodio de L’Orologio:

 

Ascolta “Ep. 74 – Un innocente venerdì” su Spreaker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo alcuni cookie per permettere al sito di funzionare correttamente e per calcolare alcune statistiche di utilizzo. Ti ringraziamo se ci permetterai di usare i cookie per le statistiche. Privacy Policy